Imbarazzante il silenzio sugli importanti atti discussi nel corso dell’ultimo consiglio comunale chiamato a deliberare, tra l’altro, sul consolidato del nostro comune. Terminato l’importantissimo passaggio sulla formazione delle commissioni consiliari, la cui funzione è, visto lo strenuo impegno profuso, fondamentali per le sorti dell’amministrazione comunale, non si può tacere sugli argomenti discussi nel corso dell’ultimo consiglio comunale che fanno emergere una situazione economico finanziaria alquanto dubbia per il Comune di Aprilia.

Parlando con le parole di un buon padre di famiglia e di un diligente amministratore d’azienda il bilancio consolidato ci dice che nel suo insieme Comune ed Aziende Comunali perdono annualmente oltre 3 milioni di euro ovvero si spende di più di quanto si produce per una cifra rilevante e quantificata in oltre 3 milioni di euro.

Il dato più allarmante si ricava dal bilancio dell’Azienda Speciale Aprilia Multiservizi, ente che nonostante l’avvio del processo di risanamento nel lontano 2011 chiude con una perdita di quasi 5 milioni di euro mettendo in seria difficoltà la stabilita dei conti comunali. Ma accanto a questa perdita accertata al 31 dicembre 2017 nelle pieghe del bilancio si insidia un ulteriore elemento di preoccupazione per la nostra comunità legata all’annosa vicende delle fatture disconosciute dall’amministrazione comunale per oltre 4 milioni di euro che ballano drammaticamente sulla testa dell’Azienda Speciale. Unendo le due voci, perdita al 31 dicembre 2017 e fatture contestate, il conto per gli apriliani arriva a ben 10 milioni di euro, un conto salatissimo ed imbarazzante visto il lungo processo di risanamento che si prolunga dal 2011.

Ma non finisce qui, perché nei documenti discussi nel corso dell’ultimo consiglio, nero su bianco viene anche rilevato un ulteriore elemento. Infatti, ad oggi per il ripiano delle perdite ante 2015 vanno versati ulteriori 3 milioni di euro con l’imbarazzante nota, sempre messa nero su bianco, che inspiegabilmente nel bilancio del Comune di Aprilia di questi 3 milioni risultano accantonati solo 1,5 milioni mentre non vi è traccia dei restanti 1,5 il che fa salire il conto per tutti noi a quasi 12
milioni di euro.

Noiose cifre che i cultori della politica apriliani sicuramente derubricheranno a semplici numeri, perché la politica e, soprattutto il ragionamento politico nonché la riflessione politica e cosa molto più complessa e artificiosa dei semplici numeri.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>